mercoledì 21 settembre 2016

Insalata di broccoli e panna acida

Ho assaggiato per la prima volta i broccoli crudi qui in Norvegia un paio di anni fa, grazie alla mia vicina di casa. Prima di allora questa verdura era sempre stata cotta a casa mia e non avrei mai immaginato che fosse così buona anche da cruda!
E' una ricetta che si presta a moltissime varianti; c'è chi ci mette la maionese con la panna acida, chi aggiunge uva, chi ananas..Insomma ognuno è libero di creare la propria versione! Io questa volta l'ho preparata così!

Ho usato:
  • 1 broccolo
  • mezza cipolla piccola rossa 
  • una manciata di uvetta
  • qualche pomodoro secco
  • 100 g di crema acida
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di miele
  • sale e pepe

Lavare e tagliare a piccoli pezzi, il broccolo. Mettere in una ciotola, aggiungere la cipolla.
Tagliare a pezzetti i pomodori secchi. Unirli all'insalata insieme all'uvetta.

In una ciotolina, sbattere l'olio con il sale, il pepe ed il miele. Aggiungere la panna acida e mescolare. Condire i broccoli, coprire con la pellicola e mettere in frigo per qualche ora. Lasciare a temperatura ambiante prima di servire e buon appetito :-) 


domenica 18 settembre 2016

Biscotti al limone e semi di papavero

Deliziosi, irresistibili biscotti al limone e semi di papavero che finiscono in un battibaleno! Molto importante è usare limoni biologici. L'ideale, per le persone più fortunate, sarebbero quelli appena raccolti dalla pianta... dal profumo e dal gusto fantastici! 
Ricetta del blog di Trine.

Ingredienti,
per i biscotti:
  • il succo di un limone
  • 100 + 100 g di burro
  • 350 g di farina bianca (io ho usato 325 farina e 25 di fecola di patate)
  • 1 cucchiaio da the di lievito per dolci
  • un pizzico di sale 
  • 75 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai da tavola di raspatura di limone (circa 2 limoni)
  • 1 cucchiaio e mezzo di semi di papavero
per lo zucchero al limone:
  • raspatura di un limone
  • un cucchiaio di semi di papavero
  • zucchero, circa 80 g

Per iniziare, spremere il limone in una piccola casseruola, aggiungere 100 g di burro e fare sciogliere a fuoco basso, non deve bollire. Togliere dal fuoco e lasciare intiepidire.
In una ciotola setacciare insieme la farina, la fecola, il sale ed il lievito. In un'altra ciotola sbattere a crema 100 g di burro con lo zucchero, aggiungere il burro sciolto con il succo di limone e sbattere ancora per qualche minuto. Unire i due cucchiai di raspatura di limone ed i semi di papavero. Aggiungere la farina e mescolare bene.
Preparare lo zucchero al limone.
Fare delle palline, la ricetta dice circa 45 pezzi io ne ho fatto 37 di circa 20 g ciascuna. Rotolarle nello zucchero e sistemarle sopra la carta da forno. Schiacciare con un bicchiere.

Infornare a forno preriscaldato a 200°C per circa 8 -10 minuti, in ogni caso, non appena il bordo prende colore.



domenica 11 settembre 2016

Quanti modi di fare e rifare: Stoccafisso in buridda


Eccoci ritornate, con immenso piacere, al nostro appuntamento mensile con la nostra amata Cuochina di Quanti modi di fare e rifare
oggi siamo tutte da Carla Emilia, del blog Un'arbanella di basilico per realizzare tutti insieme un eccellente piatto tipico della Liguria: Stoccafisso in buridda.
Come ho accennato varie volte, qui in Norvegia, lo stoccafisso non si trova. 
Per averlo si dovrebbe ordinare...Non ho trovato il tempo per questo, perché il negozio che offre questa possibilità, è un po' scomodo per me da raggiungere dopo il lavoro. Così ho sostituito con il baccalà surgelato. Però ho usato i funghi porcini! Sono andata a raccoglierli direttamente nel bosco! 

Ecco la mia versione.

Ingredienti:
  • 250 g di baccalà surgelato
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 1 acciuga sott'olio
  • 125 g di funghi porcini
  • 1/1 cucchiaio di pinoli
  • prezzemolo
  • sedano (omesso)
  • vino bianco (omesso)
  • 75 g di patate
  • olive nere di kalamata
  • olio extravergine di oliva
Pulire i funghi e tagliarli a tocchetti, pelare le patate e tagliare anche queste a tocchetti. Rosolare l'aglio con un po' di olio, unire i funghi e le patate e cuocere a fuoco vivace. Tritare il prezzemolo e metterlo a soffriggere in un tegame con due cucchiai d'olio. Unire l'acciuga e i pinoli. 
Appena il tutto avrà preso colore, unire il baccalà  tagliato a pezzi, le patate con i funghi e le olive. Salare e cuocere per pochi minuti, girando con attenzione il baccalà per non spappolarlo troppo. Servire ben caldo.

Ottimo piatto unico, da rifare al più presto! Grazie cara Carla Emilia per la squisita ricetta e l'ospitalità!
E dove saremo il prossimo mese? Da Elena del blog Zibaldone culinario per una ricetta semplice e buonissima: Pisaeri e fasò! Vi aspettiamo numerosi!
Nel blog di "Quanti modi di fare e rifare" e nella pagina di Facebook della Cuochina si possono visualizzare tutte le versioni proposte oggi e tanto altro! QUI per il menù 2015!

QUI 
per scaricare la prima e seconda parte del pdf 2015
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2014
per scaricare la prima e la seconda parte del pdf 2013
la prima e seconda parte del pdf anno 2012
ed il pdf intero delle ricette anno 2011

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails